Palati sopraffini italiani, palesatevi!
Nella mia esperienza, e vi sfido a dirmi il contrario, quando noi italiani siamo a tavola e ci stiamo gustando un bel piatto di [inserire cibo qualsiasi] c’è un solo argomento di conversazione che va per la maggiore. E’ forse la politica? Il calcio e la Champions League? O il dissesto idrogeologico del territorio italiano?
Anche se tutti questi sono spunti di conversazione molto interessanti la risposta è no. Noi italiani a tavola, mentre mangiamo, parliamo di cibo.
E oggi non ho intenzione di sfatare alcun luogo comune perché la verità è che a noi  mangiare piace (dateci pure torto!)

Va da sé che quando andiamo all'estero siamo così rompi... pignoli in tema di cibo.

Ora, Fuerteventura è popolata da molti italiani, lo avrete notato se ci siete già stati, non vi soprenderà scoprilo quando ci verrete, quindi nella mia raccolta dei posti in cui mangiare e bere, ci sono sia pizzerie che posti gestiti da italiani.

È doveroso comunque un piccolo preambolo su quelli che sono i piatti tipici della cucina "majorera" (termine che significa "locale di Fuerteventura" dai "Majoreri" che sono per l'appunto i suoi abitanti"). Si va dalle papas arrugadas, tipiche patate della zona cucinate con una lessatura particolare e servite con le salse mojo rojo e mojo verde e salsa alioli, ai pimientos del padrón, paperoni piccoli e verdi soffritti e serviti con sale grosso, al queso frito,  formaggio di capra locale, per l'appunto fritto, ai gambas al ajillo, alla carne di capra, alla zuppa ropa vieja, fino al tradizionalissimo Gofio, alimento ottenuto dalla macinazione di cereali tostati, da cui si produce di tutto, dagli antipasti ai dolci.

In questo elenco ci sono tutti posti che ho testato personalmente, che di sicuro non sono un critico culinario o il nuovo Masterchef, ma una cosa è certa: io mangio.

Ma procediamo con ordine, ed ecco a voi elencati:

Posti in cui mangiare locale
Pizzerie
Posti in cui bere bene

Local food a Fuerteventura

Per mangiare locale vista mare consiglio vivamente La Vaca Azul, ristorante situato nel porto di El Cotillo, piccolo paesino della costa Ovest. Potrete gustare tutti quelli che sono i piatti locali, tartare di pesce, gamberi all'aglio, le "papas arrugadas,  "pimientos del padrón" con una buona scelta di pesce e carne.

Sempre nella stessa cittadina, il Piedra Alta offre sempre cibo locale con la possibilità di sedersi su una piccola terrazza vista mare. I proprietari, due fratelli che hanno alle spalle una lunga tradizione marittima, avendo nelle proprie vene sangue di marnai e costruttori di barche trasmettono tutto l’amore per il mare nell’atmosfera del ristorante ma soprattutto nel pesce freschissimo del giorno.

Sempre a El Cotillo, l'Olivo Corso ha anch'esso una vasta scelta di pietanze locali, preparate con cura e servite con amore. Qui ho provato per la prima volta un dolce tipicamente europero e, passatemi il termine, “povero”:  una rivisitazione delle torrijas che le nonne anticamente erano solite preparare con pane, zucchero e uovo. Una sorta di french toast fatto però con vere fette di pane, che in questa versione potrete gustare accompagnato da una deliziosa crema catalana.

A Corralejo, la cittadina più turisticamente attiva dell'isola potete invece mangiare da Tapas Oscar, e qui troverete sempre l'offerta di cibo locale. Non fatevi ingannare dal nome "tapas" perché è un vero e proprio ristorante. A differenza della Spagna intesa come penisola, il concetto di tapas qui è un po' diverso. Non troverete infatti piccole porzioni di cibo a prezzi ridotti, quali le tapas, ma porzioni normali.

Casa Marcos, invece a Villaverde offre stessa varietà di cibo locale, con un attenzione in più all'impiattamento, e anche il prezzo è leggermente più alto.

Se volete provare un ottimo hamburger di capra, tipico del posto, in una cornice davvero magica e ricca di mistero vi consiglio Los Podomorfos a Tindaya. Situato a valle di un vulcano che si dice sia  abitato dalle streghe, con uno spazio sia all'esterno che all'interno, non vi nascondo essere uno dei miei posti preferiti dell’isola.

Il paesino de La Caldereta, a metà strada tra Corralejo e Puerto del Rosario offre un ristorante omonimo, un bel posticino che sembra sperduto nel nulla ma dove potete davvero mangiare bene e a prezzo modico. Oltre al cibo tradizionale ci sono le tortillas spagnole, carne di maiale cucinata secondo la tradizione, e, se vi piace il genere, chiedete al proprietario di prepararvi la Caipirinha. Cosa c'entra? Voi fidatevi.

Pizzerie a Fuerteventura

Sul tema Pizza non ho dubbi: Big Wave a Corralejo. Se vi piace la pizza napoletana questo è il posto giusto.

Lo 051 a El Cotillo vi offre una location bellissima, con terrazza vista mare. Le pizze sono preparate con farine scelte e c'è l'imbarazzo della scelta con le varietà di ingredienti.

Dove bere (bene) a Fuerteventura

Posti in cui bere, ce ne sono tanti, ma se vogliamo dare una speciale attenzione ai dettagli e alla scelta degli ingredienti, i Tiki Bar sono i miei preferiti. In misura maggiore perché bere un cocktail non è solo un modo per trascorrere il tempo in compagnia ma diventa una vera e propria esperienza di gusti e sapori. Soprattutto quando questo ci rimanda al Colonialismo e al mondo dei Pirati, ad un mondo che sa di spezie e bucce di agrumi.

Ed è proprio su queste note che vi segnalo Los monos sabios a Corralejo, che oltre a servire i classici cocktail che tutti conosciamo, ha come cavallo di battaglia le reinterpretazioni di questi ultimi con una speciale attenzione alla ricerca delle vecchie ricette. Un esempio? Provate lo zombie, un cocktail preparato con una base di Rum Giamaicano, l’Old Pascas Overproof, assenzio, zucchero, lime e pompelmo. Non vi sentite già Jack Sparrow a bordo della sua Perla Nera?

L’Agua Tiki Bar, a Lajares, situato in una cornice vulcanica davvero suggestiva, vi offre oltre a ottime colazioni e hamburger, dei gustosi cocktail preparati a regola d'arte dal bartender. Inoltre, ogni venerdì è l’ora dell’aperitivo, la nostra happy hour, in cui potrete bere il vostro cocktail preferito accompagnato da una vasta scelta di cibo sia veggie, che vegetariiano, che “carnivoro”.

Se invece siete più amanti della birra, al Waterfall, nel centro di Corralejo potrete degustare delle birre artigianali prodotte nel a Guisguey, un paesino di Fuerteventura, quindi praticamente a km 0.

Questi sono i miei posti preferiti ma sono sicura che c'è ancora qualche luogo che non ho provato e che merita attenzione, soprattutto nel sud dell’isola.

Ovviamente una speciale menzione la meritano i miei posti del cuore: i barbecue sulla spiaggia in riva al mare mare o i pranzetti nei Van sempre vista mare. Come in una famosa pubblicità, ci sono cose che non si possono comprare, come l’emozione di una birra al tramonto o di una colazione con le prime luci dell’alba seguita da un tuffo nel mare. Ma di questo ne parlerò un’altra volta.

 Voi che ne pensate? Avete qualche suggerimento culinario?

 

E vi ricordo che, se siete interessati a Fuerteventura, non potete perdervi questi altri articoli:

- Vivere a Fuerteventura: 6 miti da sfatare

- 10 cose che amo di Fuerteventura