Fuerteventura, la Isla tranquila dell'arcipelago delle Canarie, circondata dall'oceano Atlantico, è la mia casa da circa tre anni. È un luogo speciale, magico, che non manca di contraddizioni, dove si respira un'aria davvero surreale. Ma quali sono le dieci cose che più amo della mia Neverland?

1. Le spiagge a Fuerteventura

Banale? In realtà no, perché essendo pugliese, si può dire che abbia degli elevati standard ,  "spiaggisticamente" (esiste questa parola? Non credo!) parlando. Quindi non è semplice trovare una spiaggia che mi impressioni. Ma quelle di Fuerteventura, soprattutto della costa ovest, sono tra le mie preferite. Sabbia dorata e acque cristalline, occhio però che non sempre sono balneabili a causa di onde e correnti forti. Credetemi, provate sulla mia pelle. Lo spettacolo, però, è mozzafiato.

2. Le stelle a Fuerteventura

Non potete dire di aver visto davvero le stelle se non vi siete immersi nella natura più selvaggia, molto lontani dall'inquinamento luminoso delle città. Lo spettacolo che offre Fuerteventura della Via Lattea  vi permetterà di disegnare i profili delle costellazioni, stando semplicemente sdraiati e allungando un dito verso il cielo.

3. Lo sport a Fuerteventura

Quando negli anni 90 mi chiedevano chi io fossi delle Spice Girls, ho sempre risposto Emma Bunton. Biondina, carina, e alla moda. Mai mi sarei vista come la Sporty Spice. E invece qui a Fuerteventura ho riscoperto tutto il mio lato sportivo, non solo per tutti i motivi per i quali sappiamo che lo sport fa bene, ma perché mi piace! Quindi, li ho provati tutti: pádel, danza del ventre, hoola hop, pilates, yoga, skateboard e non ultimo, surf.

4. Il surf a Fuerteventura

Io non vi nascondo che quando mi sono approcciata a questo sport avevo tutta un'idea molto "poser" della faccenda. E gli amanti del surf, i puristi mi diranno: Il surf non è uno sport, è uno stile di vita. E hanno ragione! Qui tutto gira intorno alle mareggiate, la "swell", per dirla col termine tecnico. Per cui, se cercate un idraulico urgentemente e quel giorno ci sono le onde più belle dell'anno, beh, lasciate pure che casa vostra si allaghi, prendete la tavola e andate a surfare! È molto probabile che incontrerete il vostro idraulico in acqua! Sto scherzando... O forse no?

5. I vulcani a Fuerteventura

Fuerteventura è un'isola vulcanica per cui è tappezzata da vulcani addormentati che conferiscono al paesaggio questo aspetto quasi lunare (o marziano, se volete).
È possibile fare cammini lungo i  sentieri solcati dalla lava e ammirare panorami bellissimi dalle cime e, nelle giornate più chiare, vi sembrerà di avere l'isola davvero a portata di mano.

6. Il clima a Fuerteventura

Sebbene nell'articolo precedente vi ho accennato che il clima "perennemente estivo" è un mito da sfatare, ciò non toglie che è una delle ragioni per cui ho deciso di vivere qui. Volevo vivere in ciabatte! Durante tutto l'anno il clima è mite, l'inverno è un po' più freddo e l'estate più ventosa. Le temperature oscillano dai 17° ai 26° centigradi, venti permettendo.

7. L'assenza di traffico a Fuerteventura

Ogni volta che torno in Italia ho bisogno di giorni di assestamento a causa del fatto che vivo in totale assenza di traffico. Non sono mai stata in coda a un semaforo (anche perché non ce ne sono), non sono mai arrivata tardi a un appuntamento a causa di un ingorgo, e non ho mai dovuto suonare il clacson per sollecitare qualcuno a darsi una mossa (che, per inciso, non si fa, è proprio una cosa brutta). Riuscite a immaginarlo?

8. Le capre a Fuerteventura

Sono o no gli animali più adorabili del pianeta? Anche perché hanno delle voci terribilmente umane. Una volta sono salita su in vulcano e in lontananza ho sentito quello che sembrava il grido di un neonato: avrete capito, era una capretta.

9. L'attitudine della gente a Fuerteventura

Fatte le dovute eccezioni, il clima che si respira è davvero più rilassato. Sarà il contatto ravvicinato con il mare o sarà che la maggior parte delle persone espatriate che vi abitano hanno abbandonato volontariamente la frenetica vita di città, e la gente locale  non ha praticamente il gene dello "stress" nel proprio DNA.

10. I tramonti a Fuerteventura

Ho sempre sognato di vivere al mare, a ovest perché è bello poter chiudere una giornata salutando il sole che tramonta. Soprattutto quando i colori che sprigiona danno sfumature dal rosa, al rosso, all'arancione. Come accade a Fuerte.
Il Piccolo Principe diceva che quando si è tristi si amano i tramonti. Io penso che se uno spettacolo naturale è in grado, anche se di poco, di migliorarci l'umore, vale la pena di tenerlo lì, guardarlo, e fare in modo che sia in un certo senso, parte di noi. 

Questo in foto è il tramonto a El Cotillo. Incredibile, vero?

Un ringraziamenteo speciale per gli scatti pazzeschi correlati al mio articolo va a Andrea Rubbo, fotografo che vive sull'isola. Vi lascio i suoi contatti, magari possono tornarvi utili.

Andrea Rubbo
Tel. +34 600235804
Mail: andrea.rubbo@gmail.com
www.photocanarias.com