La Grecia è uno stato d'animo. È il mio stato d'animo.

Per me Grecia significa vacanza, spensieratezza, semplice perfezione. La Grecia è Mediterraneo, è bianco e azzurro. Ed è tutto quello che cerco ogni estate, dal momento che per tre anni consecutivi ho scelto proprio le isole greche per le vacanze estive. In questi anni mi sono concentrata molto sulle Cicladi, ma mi sono ripromessa di esplorare presto anche le altre isole.

In questo articolo vi parlerò di Paros e Mykonos, che sono state le protagoniste del mio viaggio in Grecia della scorsa estate. L'ho trovata una combo perfetta: Paros più grande, più tranquilla e molto più economica; Mykonos più trendy e più caotica (e ovviamente più costosa). 

Ero già stata sia a Paros che a Mykonos, ma stavolta ho avuto modo di confrontare meglio lo stile di vita nelle due isole. Ed eccomi qui a parlarne meglio in questo articolo. 

Come spostarsi da un'isola greca all'altra

Spostarsi da un'isola greca all'altra è molto semplice, soprattutto da Paros a Mykonos (e viceversa). Le due isole sono molto vicine e ci sono numerosi traghetti giornalieri che operano su questa tratta. Tuttavia vi consiglio di prenotare prima la vostra tratta e - soprattutto - vi consiglio di non prendere alla lettera gli orari segnalati perché i ritardi dei traghetti sono pressappoco assicurati. 

Paros: cosa non perdere sull'isola

A differenza di Mykonos, Paros - essendo molto più grande - ha più centri, quindi occorre più tempo per visitarla. Anche perché i centri sono molti diversi - e anche molto distanti - l'uno dall'altro. Alcuni si trovano più in altura, altri sono sul mare. Ad esempio io non sono riuscita a esplorare tutta l'isola anche perché - diciamocelo - la Grecia va vissuta senza stress e senza fretta. Va vissuta con lentezza, assaporando ogni momento, gustando i colori di un tramonto, respirando quella ineguagliabile sensazione di libertà.

E Paros va vissuta assolutamente così. Non è un caso se è stata scelta come location del film Immaturi, per rappresentare la meta di un agognatissimo viaggio all'insegna della spensieratezza.

Prenotare una bella villa a Paros

Prima di tutto, vi consiglio di prenotare una villa a Paros con largo anticipo. Io vi consiglio sempre una villa con vista perché vi permette di assaporare la bellezza dell'isola anche al risveglio al mattino. E vi assicuro che fare colazione in terrazza con un panorama idilliaco e il suono delle cicale, beh, aiuta a iniziare la giornata nel modo migliore.

Solitamente le ville più belle ed economiche vanno a ruba. Per fortuna noi, dopo un'accurata ricerca, siamo riusciti ad "accaparrarci" questa magnifica villa per 6 persone ad una cifra modica. 

Paroikia, uno dei centri di Paros - da non perdere

È uno dei centri più belli di Paros, ma anche uno dei più turistici.

Da non perdere l'Ekatontapyliani Church complex, anche conosciuta come la chiesa delle 100 porte. In stile bizantino, è una delle chiese cristiane meglio conservate in Grecia. A me ha ricordato vagamente Aya Sofia a Istanbul.

Paroikia pullula di bar e ristoranti e quando dovrete scegliere dove fare aperitivo, beh, avrete l'imbarazzo della scelta. Uno dei posti più gettonati è l'Alexandros Cafè, iconico per tutti i tavolini sistemati attorno al mulino a vento e per l'incredibile tramonto che si può ammirare. E io vi consiglio di andarci proprio al tramonto. È incredibile.

Lefkes, uno dei centri di Paros - da non perdere

Lefkes ce l'hanno consigliata alcune persone del posto, garantendoci che in questo villaggio l'atmosfera è davvero autentica. E come dar loro torto!

Lefkes si trova in montagna, quindi per arrivarci ci vuole necessariamente un'auto e dubito che ci si possa arrivare in moto (anche con l'auto, bisogna prestare attenzione lungo la strada). La sua posizione ha fatto sì che Lefkes mantenesse un'atmosfera genuina. Quell'atmosfera tipica dei villaggi di montagna, ma mescolata al bianco della Grecia, alle bouganville e alle sue cupole azzurre.

Potrà sembrare macabro, ma io vi consiglio di visitare il cimitero di Lefkes. Perfettamente incastonato nel paesaggio circostante, io l'ho trovato uno dei cimiteri più belli mai visti.

Per la cena a Lefkes, vi consiglio un posto altrettanto semplice e autentico: Klarinos. Ve ne parlo meglio fra poco, nella sezione dedicata a dove mangiare.

Naoussa, il centro della movida di Paros

Se cercate taverne e ristorantini trendy, cocktail bar e discopub, Naoussa è la zona che fa per voi. Oltre a essere deliziosa e caratteristica, è il centro della movida dell'isola.

Le spiagge di Paros

Le spiagge di Paros sono così tante che non sono riuscita a vederle tutte. Ovviamente vi parlo solo di quelle provate personalmente, ma ho trovato una lista dettagliata di tutte le spiagge dell'isola qui.

Io sono riuscita a vedere:

- Monastiri Beach. Altamente consigliata, anche alle famiglie - e dotata di servizi. Inoltre, partendo dalla spiaggia di Monastiri, con una passeggiata di 10 minuti  (con scarpe o infradito) si raggiunge una piccola baia intima e paradisiaca.

- Laggeri Beach.Paradisiaca e quasi deserta, ma priva di servizi. Ci sono solo alcuni ombrelloni. Per il pranzo potete andare al Siparos Seaside Restaurant (come abbiamo fatto noi) per gustare un'insalata leggera o altri piatti a vostra scelta. Lo trovate a pochi minuti, con una breve passeggiata a piedi.

- Faragas Beach. Una bella spiaggia, divisa tra una zona attrezzata e una più selvaggia. La zona attrezzata forse è un po' troppo caotica, ma in compenso la cucina del ristorantino è ottima. 

- Parasporos Beach. Bella, ma ho preferito le precedenti. 

Dove mangiare a Paros

Amo la cucina greca e difficilmente mi sono trovata male in un ristorante greco. La cucina greca è molto vicina alla nostra - e in particolare a quella pugliese. I pomodori e l'olio d'oliva sono protagonisti della cucina, assieme alla famosissima feta. 

Qui di seguito vi elenco alcuni dei ristoranti che ho più apprezzato a Paros:

- Siparos Seaside Restaurant. Propone cucina di pesce e l'ho trovato davvero delizioso, sia per il cibo che per l'atmosfera. Ci siamo stati sia a pranzo (per un'insalata leggera post spiaggia) che a cena. 

- Klarinos. Si trova a Lefkes, nel villaggio in montagna. Come la zona in cui è ubicato, questa taverna - consigliataci da una persona del posto - non necessita di orpelli e non propone piatti gourmet. L'atmosfera è decisamente anni '80-'90 e la cucina è molto casereccia, ma al tempo stesso gustosa e genuina. Si mangia prettamente carne (e formaggi e verdure). I prezzi sono molto onesti. 

- Eutopia Fish Tavern. Si trova a Naoussa e lo consiglio a tutti coloro che sognano di cenare non solo vista mare, bensì sul mare. Con l'andirivieni della marea e la voce delle onde. Ecco, questo è il posto perfetto, ancora meglio se ci andate prima del tramonto. Questa taverna, in particolare, propone un'ottima cucina greca mixata ai sapori italiani. Il titolare, infatti, è pugliese, e ci ha dato un po' di consigli su cosa vedere nei giorni a seguire. 

Mykonos: cosa non perdere sull'isola

Ho già pubblicato una mini guida dedicata a Mykonos ma, dato che amo quest'isola e che dopo esserci tornata ho testasto qualcosa di nuovo, torno a parlarne brevemente. Anche perché Mykonos è unica e, sebbene ci sia stata per tre anni di fila, non mi annoia mai.

Prenotare una bella villa a Mykonos

Se per Paros vi ho scritto di muovervi con un certo anticipo per prenotare una villa, ecco, non posso che dire lo stesso per Mykonos. Anche perché a Mykonos i prezzi sono spesso molto più alti. Per fortuna non scegliendo le zone più centrali (e quindi avendo l'opportunità di spostarsi in scooter o meglio ancora in auto), spesso si trovano delle vere e proprie occasioni. Come le ville che siamo riusciti a prenotare negli ultimi due anni. Ecco quella a cui siamo più affezionati, tant'è che ci siamo tornati due volte.

Trovare una spiaggia isolata a Mykonos: è possibile?

Certo che sì! Merchia Beach per noi è sempre una garanzia. Lontana dai circuiti turistici e a pochi minuti dalla nostra villa preferita, non ci delude mai. Di solito siamo i soli turisti presenti, o al massimo ci troviamo altri 2-3 bagnanti.

L'aperitivo più bello di Mykonos

Per me è senza dubbio l'aperitivo al 180° Sunset Bar. La location è spettacolare e da qui aspettare che il sole tramonti è qualcosa di unico ed emozionante. Il tutto accompagnato da performance di musica live (il genere musicale in cambia all'evento stabilito). I prezzi purtroppo non sono bassi, ma Mykonos è così. E bisogna metterlo in conto. 

La cena da Nusr-et Steakhouse, a Mykonos

Dopo averlo provato a New York, abbiamo voluto testare anche qui l'esperienza della cena da Nusr-et. E con somma gioia dei miei compagni di viaggio, abbiamo avuto la fortuna di incontrare Nusr-et in persona sia all'arrivo sull'isola (proprio quando siamo scesi dal traghetto) che la sera stessa al ristorante. I piatti sono indubbiamente ottimi, la location è enorme e pazzesca, ma i tempi di attesa sono a dir poco imbarazzanti. Probabilmente perché noi avevamo prenotato per il secondo turno. Per fortuna la sua cordialità ci ha fatto dimenticare la lunga attesa. I prezzi? Ovviamente non sono bassi (pensate che quella sera a cena con noi c'era Borriello), ma è un'esperienza particolare che secondo me vale la pena provare. Ovviamente se cercate qualcosa di tradizionale non è il posto che fa per voi. Qui è tutto molto scenografico e unico nel suo genere.