Il riposo è una questione importante per noi tutti. Ancor più per chi, come me, è sempre in viaggio e ha bisogno di avere la mente riposata per ideare, scrivere, partorire nuove idee.
Il riposo è sicuramente uno dei punti chiave del mio lavoro: se non riposo bene, non riesco ad essere creativa ed efficiente.

 Negli ultimi anni – quest’ultimo in particolare – sto viaggiando in continuazione e, tra una destinazione e l’altra, per me è fondamentale avere il giusto alleato per riposare. Soprattutto nei voli a lungo raggio.

Solitamente non ho problemi nel prendere sonno (quando sono stanca potrei addormentarmi davvero ovunque), bensì faccio fatica ad adattarmi alle condizioni di viaggio – spesso precarie – e ai supporti non sempre di buona qualità.
Va da sé che, acquisendo posizioni scomode o non abituali, le condizioni di riposo non sono adeguate e dormire a lungo diventa quasi impossibile.
Ad esempio, io non riesco proprio a dormire supina con il capo rivolto verso l’alto – e questo in aereo è un bel problema. Un problema che ho risolto con Magniflex Sushi Pillow, il mio nuovo compagno di viaggio.

Ho potuto testare al meglio questo prodotto durante il mio ultimo viaggio tra Florida e Jamaica. Un viaggio in cui ho preso ben 8 voli in 15 giorni. Un viaggio in cui ho provato a dormire sia nei voli delle compagnie di bandiera che nei voli low cost (sia europei, sia americani). Un viaggio in cui mi sono ritrovata a testare persino le poltrone – anche se definirle poltrone è davvero un eufemismo – degli aeroporti!
Il Sushi Pillow di Magniflex mi piace innanzitutto per il nome (sapete quanto amo il sushi!) e per la forma che ricorda, appunto, i roll dei ristoranti giapponesi.
Ma, a parte questo aspetto goliardico e banale che non voglio proprio omettere, vi segnalo il Sushi Pillow soprattutto perché è un accessorio piccolo e comodo, ideale per migliorare la qualità del riposo anche quando si è lontano da casa. Sia che si tratti di una vacanza, sia che si tratti di un viaggio di lavoro.
Pensate, io l’ho utilizzato persino durante la prima notte in aeroporto e, nelle tante ore di scalo, mi ha salvato dalla scomodità degli schienali rigidi e tutt’altro che ergonomici.
Va da sé che i miei amici, tutti “dotati” del tradizionale travel pillow, hanno ribattezzato il mio Sushi Pillow “il super cuscino”.
 A differenza del classico cuscino da viaggio, infatti, l’ingegnosa invenzione di Magniflex propone una vera e propria federa trasportabile ovunque grazie alla pratica chiusura. Basta arrotolare il guanciale su se stesso – sì, proprio come un sushi roll – e poi chiuderlo mediante la resistente chiusura a strappo. Questo non solo rende comodo il trasporto del cuscino, bensì permette di evitare che si sporchi tra uno spostamento e l’altro.
Dopo il primo utilizzo, inoltre, ho constatato che il guanciale pian piano si adatta alle linee del mio capo e della colonna cervicale, così da permettere di riposare nelle condizioni ottimali.
Grazie a questo prezioso supporto, sono riuscita a dormire alla grande appoggiata al finestrino dell’aereo (ricordate che non riesco a dormire supina?), cosa solitamente impossibile e scomodissima.

Considerata la mia esperienza, posso dirvi che il Sushi Pillow è davvero un ottimo regalo per chi viaggia spesso (ma anche un ottimo autoregalo)!

Lo trovate in diversi formati (tutti presenti nel sito web Magniflex www.magniflex.com):

- Small: 55x29 cm
- Medium: 68x41 cm
- Large: 90x52 cm