Ma adesso è sicuro viaggiare in Tunisia?

La Medina, proclamata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1981, è imperdibile.
Un labirinto di viuzze, cunicoli che terminano con pertugi misteriosi, talvolta angusti.
Porticine dai colori vivaci e dalle forme ridondanti, bandierine rosse e bianche con la stella e la mezzaluna, leccornie in bella vista pronte per essere servite, bazar con una miriade di souvenir in esposizione. Monili in argento (e qui non ho resistito), un continuo brusio di voci.
Un travolgente fiume di gente, un vortice di suoni e odori.
La Medina è un po' un ossimoro.
Sì, perché basta valicare il confine, superare una di quelle porticine per scoprire il silenzio.
Il silenzio della preghiera, preceduto dai sandali abbandonati all'ingresso.
Il silenzio all'interno dei magnifici palazzi antichi della città. Una sorpresa, una meraviglia inaspettata.
Per non parlare dello stupore sul tetto. Lassù, dove la Medina scompare: si fa timida, si nasconde tra le cupole e i minareti e lascia spazio all'immaginazione.
Tunisi è ipnotizzante. Da vivere a cuore scalzo.

Per maggiori informazioni: www.tunisiaturismo.it