_Erano mesi che pensavo a questo articolo ma, presa da altre mille cose, rimandavo il momento della stesura. In realtà a questo post avrei voluto dare un nome molto più ironico e veritiero: l'insostenibile leggerezza di Snapchat._Sì, Snapchat è insostenibilmente leggero._Perché insostenibilmente? Non solo per parafrasare Kundera, ma soprattutto perché se non si possiede la leggerezza di spirito - che, badate bene, prescinde dall'età - è impossibile appassionarsi a Snapchat o trovarlo un mezzo utile per la comunicazione._Io ho iniziato a utilizzare Snapchat quasi un anno fa a Bangkok, incuriosita proprio dalla leggerezza con cui alcune blogger californiane raccontavano il TBEX. E da allora, nonostante il breve periodo di scetticismo iniziale, non l'ho più mollato.
Perché utilizzare Snapchat?_Perché il mondo ha bisogno di leggerezza, di contenuti freschi, rapidi, non edulcorati se non con pochi filtri (bruttini, peraltro). Dimenticate il bon ton di Instagram e la miriade di preset appositamente creati per edulcorare il mondo. Dimenticate tutto questo perché Snapchat viaggia in un'altra direzione.
Come utilizzare Snapchat?_Che ognuno lo utilizzi come vuole, senza snaturare la sua essenza._Per me la storia dei piani editoriali è una grossa cazzata. Ok, l'ho detto._Lo si può utilizzare senza nessunissima pretesa, mostrando attimi goliardici della propria vita. Lo si può utilizzare in maniera costruttiva mostrando luoghi o prodotti interessanti. Lo si può utilizzare mescolando le carte e abbinando attimi normalissimi di vita alla comunicazione professionale.Io ho scelto questa strada e, oltre a mostrare i miei viaggi e i luoghi che visito, parlo anche di me._Quindi dì, se su Snapchat vi imbattete in una ragazza che ride senza motivo, beh, quella sono proprio io. Sono così nella vita._E che piaccia o no, il bello di Snapchat è questo. Emerge la tua personalità, puoi fingere molto molto poco.
Snapchat è utile?_Sì, decisamente. Almeno, nel mio caso, sì. Ad ogni partenza noto un picco di nuovi follower e, difatti,in molti mi scrivono che, grazie a Snapchat, possono viaggiare con me. Possono davvero scoprire i luoghi passo dopo passo. Snapchat accorcia le distanze, sia pure per sole 24 ore.
Le 24 ore sono un problema? _Per me no. Non si ha saturazione di contenuti (come accade, ad esempio, nella timeline di Facebook) e si può pubblicare senza rimuginare troppo, tanto dopo 24 ore sarà tutto sparito.
Per le aziende: come capire con chi collaborare?_Come per gli altri social vale il ragionamento del target, ovviamente. Se io parlo di vino, musica e viaggi, ad esempio, non sono di certo la persona più adatta per parlare di calcio._E poi bisogna sottolineare una cosa. Non è vero che Snapchat non ha numeri. Semplicemente i numeri sono calcolati diversamente._Ogni snap totalizza un numero di visualizzazioni durante le 24 ore (qualche volta mi è capitato di inviare alle aziende lo screenshot delle visualizzazioni totali) indi Snapchat non è così enigmatico come si vuole far credere._Inoltre, ogni snapchatter ha uno score, un punteggio totalizzato in base a follower, engagement, chat private,video inviati ecc. Anche quello è un dato sensibile che le aziende devono richiedere e utilizzare per lavorare con questo social.
_Perché IO utilizzo Snapchat?_Innanzitutto perché mi diverte. Al momento lo trovo molto più genuino di tutti gli altri social network. Ne ho parlato anche nell'intervista su IoDonna._Ed è per questo che ho convinto una valanga di amici e conoscenti ad approdare su questa piattaforma.
Snapchat è per tutti? No, almeno al momento no. Vedo molta gente che si ostina a utilizzarlo denigrandone la leggerezza e la "stupidità". O il fatto che dopo 24 ore vada tutto perso._Bene, io direi che - come per tutti i social - si può tranquillamente fare a meno di esserci. Utilizzare Snapchat non deve essere una tortura e dovremmo smetterla di vivere con l'ansia di essere ovunque, di espandere ovunque la nostra presenza online._Se qualcosa non fa per noi possiamo tranquillamente farne a meno. Amen.
_Qualche link utile:_#WeAreSnapchat , la community ufficiale di Snapchat in Italia. Creata da Ezio, ha raggiunto ben presto un ottimo seguito fino all'organizzazione di un vero e proprio raduno di snapchatter a Bari.
Chi seguire? Vi consiglio questo bell'articolo di Elisa e Luca._Il mio preferito, che non me ne voglia nessuno, è sempre lui: @StefanoGuerrera. Pugliese come me, racconta la sua vita come solo lui sa fare. Ironico, sensibile e coinvolgente. Unico, lo adoro!
_

E se vi va di seguirmi, mi trovate qui: