La Thailandia è un Paese davvero vasto e ricco di siti e destinazioni interessanti.

Non basta una vita per scoprirlo in ogni suo angolo.

E così, anche se ci sono stata quattro volte, continuo a vedere foto di posti strepitosi da aggiungere nella mia board Amazing Thailand su Pinterest, ma soprattutto alla wishlist per i prossimi viaggi nella terra del sorriso.

In questo post voglio rispondere alle numerose mail ricevute e in particolare a un messaggio inviatomi qualche giorno fa da una ragazza in partenza per il suo primo viaggio in Thailandia.

In base alle mie esperienze, a quanto ho visto finora e ai miei gusti personali, vi racconto la Thailandia in 10 posti da vedere. Non una guida, ma semplicemente una raccolta di ispirazioni per un primo viaggio.

1. BANGKOK

Non c'è bisogno che vi dica perché visitare Bangkok, né che vi racconti dell'amore che nutro per questa città.

Bangkok è la capitale thailandese, è il compromesso tra il passato e il futuro.

Vi stupirete per la sua modernità, per i suoi grattacieli, per il suo essere così all'avanguardia.

Vi lascerete incantare dai suoi templi, dalla magia lungo il Chao Phraya al tramonto, dalla città illuminata vista da uno dei numerosi rooftop.

Potrebbero interessarvi alcuni articoli scritti in passato:

Frammenti di viaggio: Bangkok, la Città degli Angeli

Amore a Bangkok: la casa di Jim Thompson

Il sacro dei miei viaggi: Bangkok

Un pizzico di autentica Cina a Bangkok

2. AYUTTHAYA

Ayutthaya è l'antica capitale thailandese e dista solo un'oretta da Bangkok.

Oggi le rovine di questa città rappresentano uno dei siti archeologici più visitati dell'intera Thailandia. Il Parco Storico di Ayutthaya, Patrimonio UNESCO, è costituito da oltre 400 templi.

Per le notevoli dimensioni e per il fascino del passato, è un posto che trasmette pace, ideale per immergersi nella storia del Paese e per staccare la spina dalla caotica Bangkok.

3. SUKHOTHAI

Anche Sukhothai in passato è stata capitale del Paese e anch'essa ospita un Parco Storico meraviglioso protetto dall'UNESCO. Altamente consigliato.

4. CHIANG RAI

Molti sostengono che il Nord della Thailandia sia la zona più interessante del Paese.

Io non riesco a scegliere una zona a discapito di un'altra, non in Thailandia.

Ciononostante posso dirvi che, secondo me, il Nord va assolutamente visto per avere una visione più o meno completa del Paese, per lasciarsi affascinare da Chiang Rai e dal White Temple (o meglio, Wat Rong Khun), uno spettacolare tempio bianco modernissimo, intriso di significato e ricco di dettagli da interpretare.

Chiang Rai è anche la porta d'ingresso al celebre Triangolo d'Oro, la zona compresa tra Birmania, Laos e Thailandia. Essere lì, sospesi tra 3 Paesi, è un'esperienza davvero emozionante.

Per approfondire vi consiglio il blog di Andrea, in particolare questa lettura sul Tempio Bianco: Wat Rong Khun, il Tempio Bianco di Chiang Rai

5. CHIANG MAI

Chiang Mai è la seconda città più importante della Thailandia.

Racchiusa tra le mura, ricca di templi e decisamente più tranquilla di Bangkok, tanto che moltissimi backpacker e nomadi digitali hanno messo radici proprio qui.

Ve ne parlerò presto in un post dedicato.

6. PODA ISLAND e altre isolette nel Mar delle Andamane

Il Mare delle Andamane pullula di isolette paradisiache, vere e proprie oasi circondate da acque cristalline e spesso dominate da rocce selvagge in cui la natura ha saputo esprimersi al meglio.

Si tratta di posti meravigliosi e facilmente raggiungibili partendo da Krabi, Koh Phi Phi e Phuket.

Evitate le ore di punta e cercate di raggiungerle al mattino, quando i barconi devono ancora partire, oppure nel pomeriggio, quando la maggior parte dei turisti rientra.

7. KRABI

Non posso dirvi che a Krabi ho visto il mare più bello - fatta eccezione per Railey Beach, che può quasi essere considerata un'isola - ma sicuramente è un buon punto di partenza per le escursioni giornaliere in barca. Un buon compromesso per chi è in cerca di mare e movida serale senza eccessi.

Porto nel cuore i colori del tramonti sulla spiaggia, indimenticabili.

8. KOH TAO

Sarà che è stata la prima isola thailandese in cui ho messo piede, sarà che ho soggiornato in una location selvaggia e davvero suggestiva, sarà che ci sono stata in bassa stagione, la adoro.

Ecco, questo insieme di fattori mi porta ad affermare che Koh Tao è un vero paradiso.

Ne ho parlato in questo post: Koh Tao, oasi verde e selvaggia

9. KOH NANG YUAN

Mi sono invaghita di questo isolotto subito dopo averlo visto in foto.

Minuscolo e costituito da una sottile lingua di sabbia bianchissima, credo che sia uno dei posti più incantevoli che abbia mai visto.

Per ammirarne pienamente la sua bellezza, vi consiglio di pernottarvi almeno una notte.

In questo post vi spiego perché: il paradiso esiste: l'isola di Koh Nang Yuan

10. KOH SAMUI

Avrei voluto disporre di più giorni per esplorarla. Ci sono stata dopo aver visto Koh Tao e Koh Nang Yuan, quindi è stato facile scoprirne i difetti accorgendomi di quanto fosse più turistica.

Ad ogni modo, anche qui ho scoperto posti degni di nota e templi speciali.

Ho apprezzato molto il villaggio dei pescatori e forse ho apprezzato meno la presenza di numerosi ristoranti costosi dalla cucina fusion o internazionale.

Ne ho parlato qui: http://www.pensierinviaggio.it/2014/01/perche-non-andare-solo-koh-samui.html

Termina qui la mia personalissima selezione dei 10 posti da vedere in Thailandia per ispirarvi per un primo viaggio.

Tengo a precisare che non sono stata a Phuket (che vi segnalo in quanto potrebbe essere un'alternativa a Krabi), ma sono stata a Phi Phi Island che, nonostante l'innegabile bellezza, ho trovato troppo affollata.

E so che sarà difficile includere tutte queste meraviglie in un solo viaggio, a meno che non abbiate la fortuna di dedicare un intero mese all'esplorazione della Thailandia.

Per quanto riguarda il mio primo viaggio in Thailandia, sono riuscita a visitare solo Bangkok e le isole del golfo. Trovate qui l'itinerario completo: Il mio itinerario di due settimane in Thailandia.

E poi sono tornata altre due volte.

Quindi niente paura. Se non riuscite a includere tutto tornerete. Sono certa che tornerete.

Se avete voglia di lasciarvi ispirare, vi consiglio il mio libro "La mia Thailandia - Storia di un profondo amore", disponibile su Amazon in formato ebook o cartaceo.

Ed ecco una mappa per rendervi conto delle distanze tra le varie destinazioni.