Dormire in un faro. Completamente circondati dal mare.
Penso che un po' tutti l'abbiamo sognato, almeno una volta nella vita.
La scorsa settimana sono stata in Croazia per il progetto internazionale #shareIstria e - meraviglia delle meraviglie - ho potuto realizzare questo sogno che mi accompagna da quando ero bambina.

Non potevo che iniziare a parlarvi dell'Istria partendo proprio da qui, condividendo con voi frammenti della mia esperienza al faro e fornendovi alcune informazioni per poter vivere questo spettacolo e rimanere senza fiato, proprio come me! :)
Abbiamo trascorso le prime 4 notti al Porer Lighthouse, un faro situato sull'omonimo isolotto (uno scoglio talmente piccolo che in un solo minuto è possibile girarlo interamente).
Una location surreale, quasi da film, un sogno ad occhi aperti.

Siamo arrivate al faro di notte, sotto un cielo ricoperto di stelle, traghettate da una barca guidata da un pescatore locale. Attorno a noi tutto era completamente nero, fatta eccezione per la lucina del nostro faro in lontananza. Durante quei dieci minuti in barca ho spento completamente il cervello e l'annessa matassa di pensieri, ho fissato il mare e le costellazioni nel cielo e ho pensato di essere fortunata.
Una barca, un'amica, un pescatore, la magia della notte e la natura. In quel momento ho compreso che bastano questi pochi elementi per sentirsi pieni, entusiasti.
In fondo la felicità è una cosa semplice.
Lo so, è banale, ma spesso non lo teniamo a mente. 


Com'è soggiornare in un faro?

Dimenticate le comodità degli hotel, dimenticate l'aria condizionata, le zanzariere e qualsiasi tipo di lusso. Il faro è il posto ideale per coloro che sanno adattarsi alla vita semplice dei pescatori e degli uomini di mare.
Il posto perfetto per chi davvero ama il mare e non necessita di una camera luxury per poterne apprezzare la bellezza.
Il posto perfetto per chi ama svegliarsi in piena notte per gustare il fascino della luna piena.
Il posto perfetto per chi vuole lasciarsi accarezzare dalle onde del mare. Per chi vuole lasciare scivolare i pensieri, farli fluttuare sull'acqua.
Per chi è disposto a svegliarsi alle 5 di mattina per vedere il cielo tingersi di rosa mentre il sole timidamente fa capolino e riversa nell'acqua un fascio di luce color pesca.
Visto da un isolotto alle prime ore del giorno, il mondo sembra ancora dormire. Tutto tace, persino il mare sembra non voler far rumore. Persino il guardiano, alle prese con la pesca, sembra aver attivato un silenziatore.
Credo che, dopo quella al cospetto dell'Angkor Wat (in Cambogia), questa sia stata l'alba più bella della mia vita.


E dopo l'alba, i tramonti.
Dicono che i tramonti istriani siano sublimi - ed è vero - e sicuramente visti da un faro lo sono ancor di più, tant'è che il nostro compagno di viaggio norvegese Gudmung (www.kinggoya.com) ha pensato bene di coinvolgerci in uno shooting trasformando l'isolotto in un set fotografico!

A differenza delle prime ore del giorno, al tramonto non si è troppo assonnati per poter catturare ogni sfumatura del cielo, per poter abbracciare col cuore e con la mente ogni attimo.
E allora mi sono seduta all'ingresso del faro e ho osservato l'orizzonte cercando di cristallizzare ogni attimo, ogni colore, ogni profumo. Lasciandomi cullare dal rumore del mare.
L'ho scritto su facebook, ma lo ripeto anche qui: vorrei potervi trasmettere quello che ho provato, vorrei donarvi almeno un brandello della serenità che questo posto mi ha trasmesso.
Spero di riuscirci - almeno in parte - con questo post, con le mie parole e con le mie foto.

Se mi chiedessero "Qual è la cosa che più ti è piaciuta durante la tua settimana in Istria?", io non esiterei neppure per un secondo.
Dormire in un faro cullata dal rumore del mare.




Informazioni utili

Il faro di Porer è aperto a tutti e dispone di due appartamenti all'interno, entrambi dotati di cucina, soggiorno, bagno e camere da letto.
Dunque è necessario munirsi dei viveri prima di raggiungere il faro.
Il faro è sempre custodito, sia di giorno che di notte. Con un po' di fortuna troverete anche Medo, un cane dolcissimo che ci ha fatto compagnia nei primi 3 giorni.

Il trasferimento da/per il faro (non incluso nel prezzo del soggiorno) può essere tranquillamente organizzato al momento della prenotazione, affinché una barca sia sempre a disposizione per "traghettarvi". La partenza viene sempre organizzata da Premantura, a circa 12 km da Pola.

Il faro è sempre raggiungibile? No, dipende dalle condizioni meteo. Durante il nostro soggiorno siamo state fortunate perché il mare è sempre stato calmo, ma l'ultimo giorno - al momento di abbandonare il faro - abbiamo dovuto far tutto di fretta e anticipare la partenza a causa del repentino cambiamento del meteo. E difatti l'ultimo trasferimento dal faro alla terraferma è stato tutt'altro che calmo dal momento che le onde iniziavano a farsi sempre più minacciose.
Prima di avventurarsi in mare è bene confrontarsi sempre con il capitano.

Per prenotare o dare un'occhiata al listino prezzi del faro di Porer: http://www.lighthouses-croatia.com/it/fari/porer