Non ci sono parole per descrivere l'amore che nutro per la mia terra, la Puglia.

Un amore viscerale e incondizionato, la cui crescita è direttamente proporzionale allo scorrere del tempo.

In questo post vi propongo 3 itinerari per trascorrere le vacanze in Puglia, per scoprire le nostre tradizioni, la nostra buona cucina, il nostro calore, le nostre bellezze.

Perché ho deciso di scrivere questo post?

Perché moltissimi lettori mi scrivono mail e messaggi chiedendomi consigli per le vacanze in Puglia.

Perché, se c'è una cosa che ho ben capito in questi sei anni di blogging, beh, sicuramente è legata alla passione.

Più parli con passione di un luogo e più riesci a trasmettere emozioni, a stimolare chi legge, a farlo innamorare delle tue foto e delle tue parole.

E non importa se quel posto è lontano o meno. Non occorre andare a Honolulu per lasciare gli altri senza fiato.

E così ho imparato ad amare la mia Puglia anche grazie a voi.

Perché 3 itinerari per le vacanze in Puglia? Non ne bastava uno?

No, non bastava un itinerario. E anche se creare tre "mappine" - come mi piace chiamarle - con itinerari annessi è un lavoraccio, sono certa che qualcuno apprezzerà.

La Puglia è una regione molto grande.

Considerati gli oltre 400 km di lunghezza, gli spostamenti si rivelano molto lunghi ed esplorare tutta la regione in una settimana o poco più è decisamente impossibile.

I 3 itinerari che ho realizzato coprono - più o meno - tutta l'estensione della Puglia, ma ho dovuto tralasciare qualcosa.

Non temete: a seconda delle preferenze e degli interessi è possibile apportare delle modifiche ad ognuno di questi percorsi.

Ogni itinerario è stato ideato per un periodo di viaggio compreso tra i 7 e i 10 giorni.

Per rendere agevoli gli spostamenti, consiglio sempre di effettuare gli spostamenti in macchina - eccetto quello alle Isole Tremiti, per ovvi motivi! :D

Vacanze in Puglia - primo itinerario: il Salento

Inutile nasconderlo: il Salento è la zona più turistica della Puglia, nonché la più ambita per le vacanze estive. 

Ho quindi deciso di dedicare il primo itinerario alla zona della Puglia che parte da Lecce per arrivare fino all'estremità del tacco d'Italia: Santa Maria di Leuca. 

Chi arriva in aereo tenga bene in considerazione l'aeroporto di Brindisi, molto più comodo e vicino per dedicarsi esclusivamente all'esplorazione del Salento. 

Da Brindisi a Lecce il passo è breve. 

  •  Lecce è il punto di partenza del nostro itinerario. Una full immersion nel barocco leccese, nell'eden dei pasticciotti e dei rustici, nell'universo della cartapesta. In questo vecchio post trovate tutte le informazioni necessarie. Un posto speciale per soggiornare nel centro storico di Lecce? Vi consiglio il raffinatissimo e accogliente Palazzo Belsanti (proprio alle porte del centro storico) o, se cercate un albergo incastonato nel barocco, il Patria Hotel
  • Otranto. Ma prima di andare a Otranto vi consiglierei di fare un salto a Roca Vecchia per ammirare la Grotta della Poesia - una delle dieci piscine naturali più belle al mondo - e magari fare un bel tuffo! Da lì potete proseguire lungo la costa adriatica fino a Torre Sant'Andrea, una località che mantiene ancora l'autentica essenza salentina, per poi arrivare nella splendida Otranto. Rimarrete incantati dal centro storico racchiuso tra le mura, ma soprattutto dalle innumerevoli spiagge, una più bella dell'altra. Vi segnalo Baia dei Turchi e Baia dell'Orte. E non dimenticate di dedicare del tempo alla Cava di Bauxitel'incantevole paesaggio marziano che vedete nella foto qui sotto. Consiglio: per gli happy hour e il divertimento vi consiglio le spiagge dei Laghi Alimini
  • Proseguendo verso sud si giunge al litorale roccioso di Santa Cesarea Terme e di Castro - dove potrete tuffarvi in acque limpide e azzurre - fino alla suggestiva Grotta della Zinzulusa, uno dei maggiori fenomeni carsici del Salento.
  • Santa Maria di Leuca è la propaggine più meridionale della regione (di cui vi ho parlato in questo post). Arrivare fin qui significa aver macinato molti km, ma - vedrete - ne vale la pena. Qui potrete tuffarvi dal Ciolo e visitare l'omonima grotta. Potrete fare un giro in barca ed esplorare grotte circondate da acque dai colori inverosimili. Uno spettacolo unico!
  • I più giovani avranno sicuramente voglia di far tappa a Gallipoli, non tanto per il suo celebre porto turistico quanto per Baia Verde, la zona piena zeppa di locali, discoteche e spiagge dedicate al divertimento. Consiglio: se non amate la calca, direi di evitare Gallipoli nel fine settimana e nei giorni festivi. Andateci, perché è splendida e ha un fascino tutto suo, ma possibilmente in bassa stagione.
  • La costa di Porto Selvaggio - o meglio, Torre Uluzzo - è decisamente più tranquilla e, con un po' di ricerche sul posto, è possibile scovare rocce sperdute e quasi deserte. Pensate, ci siamo riusciti proprio il giorno di Ferragosto! Fermatevi poi per un drink ghiacciato al chioschetto "Il Fico d'India" e poi proseguite verso nord.
  • Porto Cesareo, è uno dei miei posti del cuore. Le spiagge di Torre Lapillo hanno segnato le estati della mia infanzia, un bellissimo fardello che porterò per sempre con me. Negli ultimi anni la zona è diventata molto più popolata e per questo vi consiglio - se possibile - di andarci in bassa stagione. Ad ogni modo, a Punta Prosciutto, una delle spiagge più belle di tutto il Salento, troverete sempre un posticino tra le rocce, la zona meno ambita perché più scomoda... ma anche molto molto più pulita! 

L'itinerario del Salento termina qui, ma nell'area salentina c'è così tanto da vedere che resto a disposizione per qualsiasi modifica o chiarimento!

Vacanze in Puglia - secondo itinerario: la Valle d'Itria, la costa barese, Lecce e Porto Cesareo

Questo itinerario è dedicato a chi non si accontenta di una sola zona della Puglia, ma vorrebbe un assaggio più o meno globale. Ho pensato quindi di includere aree abbastanza vicine tra loro: la Valle d'Itria, la parte più settentrionale del Salento, Bari e la costa barese.

Stavolta l'aeroporto di riferimento è quello di Bari, ma va benissimo anche l'aeroporto di Brindisi. Dovremo apportare solo alcune modifiche all'itinerario.

  • Bari è il punto di partenza. No, non fuggite subito dalla mia città. Assaporatela, passeggiate sul lungomare, dedicatevi alla sua buona cucina, immergetevi nel dedalo di viottoli del centro storico. Ne ho parlato in questo vecchio post
  • Basta percorrere qualche km verso sud per raggiungere Polignano, per me uno dei posti più belli dell'intera Puglia. Con le sue terrazze a strapiombo sul mare, le poesie dipinte nel centro storico, gli scorci mozzafiato, è pura poesia. Per altre informazioni date un'occhiata ai miei 10 spunti per assaporare Polignano
  • Monopoli è meno conosciuta tra i turisti, ma vi assicuro che una tappa qui è d'obbligo. Il delizioso centro storico, le calette nascoste, gli ottimi ristoranti. Ne ho parlato qui
  • Alberobello è imperdibile. Un paesaggio unico al mondo dominato dai trulli. E perché non dormire in un trullo? Qui trovate qualche consiglio. 
  • Sono perdutamente innamorata della Valle d'Itria. Un'area senza tempo circondata dal paesaggio rurale, dai muretti a secco, dall'incanto degli ulivi secolari. Da non perdere Cisternino e Locorotondo, ma - tempo permettendo - vi consiglio di visitare anche Martina Franca e Ceglie Messapica, la culla del food. 
  • Ostuni è una bomboniera, la famosa città bianca. Una chicca da non perdere per l'unicità del paesaggio e del borgo.  
  • Per un rapido assaggio del Salento ho incluso anche Lecce - a cui proprio non si può rinunciare - e Porto Cesareo, una delle prime località balneari salentine. Ne ho parlato su, nel primo itinerario.
  • Una meta un po' insolita, ma che io adoro? Grottaglie. Vi consiglio di inserirla nell'itinerario per il suo quartiere delle ceramiche in cui la tradizione si mescola alla street art. 
  • Laterza è una deviazione ideale per gli appassionati dei piccoli borghi caratteristici e della natura incontaminata. Qui trovate la bellissima gravina di Laterza, una delle gravine più profonde e spettacolari d'Europa. Da non perdere (e consiglio di dedicarci almeno mezza giornata).

Il secondo itinerario termina qui. Resto a vostra disposizione per note, modifiche da apportare e spiegazioni.

Vacanze in Puglia - terzo itinerario: nord barese, Murgia, Gargano, Monti Dauni

Questo itinerario è dedicato alla parte settentrionale della Puglia. Per tutti coloro che vogliono scoprire i tesori nascosti della regione, desiderosi di andar fuori dai soliti itinerari. O magari per chi già conosce abbastanza bene la mia terra. 

  • Si parte da Bari, di cui vi ho già parlato nel secondo itinerario. Anche stavolta vi consiglio di fermarvi un giorno nella mia città. 
  • Percorrendo la costa del nord barese, si giunge a Giovinazzo - vi consiglio di fermarvi nei dintorni del caratteristico lungomare per un drink rinfrescante - e poi a Trani. Una città meravigliosa, ricca di ristorantini di pesce e locali per la sera, di pescatori incalliti al mattino, impregnata di fascino come tutte le località in cui si assapora il mare. 
  • Il Parco Nazionale dell'Alta Murgia. Una zona meno battuta, ma degna di essere inclusa in questo itinerario insolito ma interessante. Verrete colpiti dalle ferule e dall'esclusiva vegetazione del parco - che potete ammirare nel video che ho inserito in questo post. 
  • Da qui ci si sposta verso nord, nella splendida area del Gargano. Partite da Monte Sant'Angelo per poi passare dal caratteristico borgo di Vico del Gargano, considerato uno dei borghi più belli d'Italia, per poi esplorare ViestePeschiciRodi e le spiagge della zona. Vi segnalo Baia della Zaiana, Spiaggia di Vignanotica e la famosa Baia delle Zagare. Godetevi il tramonto del Trabucco e, se sarete fortunati, qui potrete anche assistere alla pesca con l'antico sistema dei trabocchi. Immergetevi nella natura della Riserva Naturale della Foresta Umbra e poi da Rodi spostatevi alle incantevoli Isole Tremiti
  • Una volta tornati sulla penisola, "rotolate" verso sud e dedicatevi a Troia e Orsara e tutta la zona dei Monti Dauni, dove la natura si mescola al fascino del passato, per poi tornare a Bari. 

Per ulteriori informazioni sul Gargano, potrebbe interessarvi questo approfondimento: #500inGargano - tra mare e montagna

Termina così il terzo itinerario dedicato alle vacanze in Puglia. 

Anche qui resto a disposizione per note ed eventuali modifiche da apportare.

Che ne pensate?

Spero che questa guida con gli itinerari vi sarà utile per le prossime vacanze in Puglia.

Per ulteriori info, date un'occhiata al portale ufficiale del turismo pugliese o scrivetemi in privato su instagram ( @manuelavitulli )

Dimenticavo... sulla pagina Facebook trovate tantissimi aggiornamenti sulla mia terra! :)