C'è una festa - forse l'unica - che proprio non sopporto.
Che poi, pensandoci, chiamarla festa è un po' un eufemismo.
San Valentino.


Detesto San Valentino dai tempi dal liceo.
L'andare su di giri per organizzare qualcosa di carino con la dolce metà, la delusione nella scoperta che tutto - ma proprio tutto - è stato già prenotato, l'affanno nel cercare qualcosa di diverso.
La ricerca del regalo perfetto, l'onnipresenza di grossi cuori imbarazzanti (per non parlare di quelli gonfiabili), i peluche taglia XXL, i fiori con dedica.
E trovo ancora più patetica la festa di San Faustino, da un po' di anni nota anche come "la festa dei single". Una giornata per ricordare - all'improvviso - che lo status single può anche essere divertente.

Sono l'anti-San Valentino e l'anti-San Faustino. E sono fiera di esserlo.

Non detesto le romanticherie - anzi! - ma trovo che San Valentino sia pura ostentazione, l'occasione più sbagliata per mettere in mostra l'amore.

Quindi a questo giro non vi consiglio cosa fare a San Valentino, ma come fuggire da esso! :D
Ecco qualche idea.
Un tour di Bari a base di mare, focaccia e panzerotti.
Anche addentare un pezzo di focaccia sul nostro meraviglioso lungomare ha il suo perché.
15 chilometri - e circa 197 lampioni - di romanticheria a costo zero. Magari con una Peroni.

Dicono che cucinare renda attraenti - non è il mio caso, eh!
Dunque, perché non cimentarsi in una lezione di cucina salentina nel cuore di Lecce?
Un'esperienza non solo culinaria, ma anche sensoriale e culturale.
Tornerete a casa con la voglia di preparare pietanze buonissime!

Restando sempre in tema "buona cucina", non sarebbe male fuggire in auto fino a Napoli per immergersi nella cultura partenopea e gustare la vera pizza napoletana.
Io ne vado matta!

Un'altra idea: fuggire nel vero senso della parola e prendere il volo più economico in circolazione per poi tornare in giornata. E magari chiamare gli amici senza averli prima avvisati "Ciao, che fai di bello? Io sono a Parigi!"
Credete sia folle?
Due viaggiatrici coraggiose l'hanno fatto. Una a Parigi e l'altra ad Atene.
Provare per credere!

E perché non salire a bordo di un traghetto alla volta della Corsica?
La Corsica è tra i miei #Traveldreams2015, uno di quei posti che da un po' di mesi solleticano la mia curiosità. Sospesa tra la Francia e l'Italia, intrisa del profumo della macchia mediterranea, circondata da acque cristalline. Una meta insolita e da scoprire… magari proprio fuggendo da San Valentino!

E voi? Festeggiate San Valentino o fuggite? :D