Ho ancora un conto in sospeso con le Cinque Terre.
Certo, vi ho già parlato di #WeLevanto e del nostro arrivo a Vernazza - di tutto rispetto - a bordo di un gozzo ligure. E proprio in quello stesso post vi avevo promesso una carrellata di immagini e colori.
Ed eccomi qui, pronta a tener fede alla promessa con i miei frammenti di viaggio.

Vernazza, Cinque Terre, foto di Farah Mesiti

Il primo borgo ad accoglierci? Vernazza.
Una bomboniera, un'orgia di colori tra le pareti delle abitazioni in tutte le declinazioni del rosso e dell'arancio, le barchette ormeggiate a riva e gli ombrelloni dei locali.

Vernazza, Cinque Terre

Vernazza, Cinque Terre

Vernazza, Cinque Terre

Vernazza, Cinque Terre

dettaglio, Vernazza, Cinque Terre

Vernazza, Cinque Terre

A Vernazza la vita scorre lentamente. Per i locali sorseggiando un calice di vino e chiacchierando per i caruggi del borgo, per i turisti cercando la calamita più bella ed esclamando "wow" ad ogni passo.
E a proposito di vino.
Letizia dice che che in Italia ci si può bere il territorio. Perchè il vino, come la cucina, racconta tantissimo di un luogo. Impossibile darle torto.
Se siete appassionati di vino - o semplicemente volete capirne qualcosa in più - vi consiglio di dare un'occhiata al suo post "Le Cinque Terre nel bicchiere".
Vernazza, Cinque Terre

Vernazza, Cinque Terre

Dopo Vernazza, grazie al comodo trenino, abbiamo fatto tappa a Monterosso.
Qui ci siamo ricongiunti con i temerari che hanno deciso di partire ore prima da Levanto per un avventuroso trekking. Loro, i temerari, dicono che quel sentiero è spettacolare perchè in Liguria si cammina sospesi tra terra e mare - ce ne parla Patrick nel suo post "Il sentiero fra Levanto e Monterosso".
Magari la prossima volta ci farò un pensierino. La prossima volta.
Monterosso, Cinque Terre

Monterosso mi è piaciuta tantissimo.
La ricordo con quel bel cielo azzurro attraversato da nuvole rapide.
La ricordo più "spaziosa", perfetta per una lunga passeggiata rigenerante, perfetta per un pranzo con vista mare.
La ricordo profumata perchè i limoni sprigionano la loro essenza nell'aria. Soprattutto nei caruggi più interni.
E poi la ricordo per l'enorme roccia che domina la spiaggia. Quella roccia che ormai è diventata una peculiarità del borgo.

Monterosso, Cinque Terre

Monterosso, Cinque Terre

limoni, Monterosso, Cinque Terre

in barca, Cinque Terre, foto di Farah Mesiti

l'enorme roccia sulla spiaggia, Monterosso, Cinque Terre

Prima di abbandonare le Cinque Terre, ci siamo concessi una visita velocissima a Riomaggiore, che ci ha accolto con una parete coloratissima ricoperta di bellissime ceramiche.
Riomaggiore, Cinque Terre

Riomaggiore, Cinque Terre


Lo scopo dei Frammenti di Viaggio non è quello di dare informazioni, ma di stimolare e creare degli "input" che possano trasmettere la voglia di visitare un luogo.
Tuttavia, stavolta mi piacerebbe concludere il post con un applauso virtuale alle Cinque Terre.
Perchè?
Perchè sono meravigliose. Un orgoglio per l'Italia. Senza dubbio.
Ma soprattutto perchè questo territorio, dopo i danni causati dall'alluvione del 2011, è stato capace di scrollarsi la polvere di dosso e ripartire.